Cerca

Maugeri di Castel Goffredo / No ai tre licenziamenti

Trasforini (Fp Cgil Mantova): i lavoratori vanno ricollocati. Lottiamo uniti per i loro diritti, a testa alta
28 mag. – Formalmente dal 31 maggio saranno lasciati a casa. Ma i tre centralinisti hanno saputo del licenziamento improvviso da qualche settimana. La Maugeri di Castel Goffredo ha deciso di esternalizzare il servizio. “I vertici della clinica sostengono che i tre lavoratori, per vari motivi, non riescono a garantire la copertura del servizio e da qui la scelta di affidarlo in gestione a una cooperativa bresciana. Ma i lavoratori hanno dei diritti da tutelare e a parte la buonuscita di 7 mensilità non hanno avuto altre garanzie. Così non va” afferma Morena Trasforini, segretaria della Fp Cgil Mantova. La Maugeri castellana ha circa un centinaio di dipendenti e la sindacalista preannuncia che al prossimo tavolo con l’Ispettorato del Lavoro, il 12 giugno, se non ci saranno risposte utili per la ricollocazione dei lavoratori, si potrebbero impugnare i licenziamenti e affrontare la vertenza in tribunale. “Siamo anche pronti a indire lo stato di agitazione – continua Trasforini -. Siamo già stati a un tavolo con l’Ispettorato del lavoro. Abbiamo chiesto alla Maugeri, che insiste pure a trincerarsi dietro a un deficit di 30 milioni di euro – di darci i contatti della nuova cooperativa in modo da verificare la possibilità del passaggio dei tre lavoratori ultracinquantenni e la loro salvaguardia. Ieri unitariamente abbiamo tenuto un’assemblea, molto partecipata. Le lavoratrici e i lavoratori sono uniti e solidali con i colleghi che il 1° giugno, senza reali alternative, si presenteranno in sede. Lottiamo a testa alta”.
tiziana.altea | 28 maggio 2019, 18:27
< Torna indietro