Cerca

Dirigenza medica e SPTA / Confronto su organici e RAR

Ribera (Fp Cgil Medici Lombardia): tutta l’intersindacale chiede investimenti sulle professionalità per mantenerle entro il SSR pubblico
3 giu. – Venerdì 7 giugno i sindacati lombardi della dirigenza medica e sanitaria sono stati convocati dalla Regione per affrontare due temi: le carenze di organico e le risorse aggiuntive regionali che il Presidente Attilio Fontana e l’Assessore al Welfare Giulio Gallera vogliono ridurre per poter assumere nuovo personale dirigenziale. Intenzione, questa, già formulata al tavolo dello scorso 25 maggio. “Abbiamo rimarcato l'impossibilità ad accogliere la richiesta di un'ulteriore decurtazione delle RAR a fronte di condizioni di lavoro sempre più insostenibili in un contesto di mancato rinnovo contrattuale, del rischio che questa scelta sia interpretata come la volontà di disinvestire sulla categoria professionale favorendo l'esodo dal Servizio Sanitario Regionale pubblico - afferma Sonia Ribera, responsabile Fp Cgil Medici Lombardia -. La presidenza imputa a scelte di carattere nazionale la responsabilità della grave carenza di risorse che attanaglia anche il SSR lombardo, posizione in parte contestata dalle organizzazioni sindacali, viste le scelte fatte sul finanziamento dei contratti di formazione aggiuntiva o il mancato uso della retribuzione individuale di anzianità nel 2015 o le politiche di contenimento dei costi del personale”.
L’intersindacale nell’incontro del 25 maggio hanno sottolineato alla controparte pubblica le grandi difficoltà a tenere relazioni sindacali corrette, anche per un vizio a monte: “Il sindacato non viene considerato né un interlocutore legittimo, portatore degli interessi dei lavoratori della sanità, né qualificato” spiega Ribera.
Su quali temi volete confrontarvi? “Sullo sviluppo del sistema socio sanitario, soprattutto in termini di sicurezza dei presidi ospedalieri e come strumento di recupero delle risorse professionali indispensabili a garantire servizi di qualità e condizioni di lavoro decorose”.
tiziana.altea | 03 giugno 2019, 18:01
< Torna indietro