Cerca

Faq Educatore socio-sanitario

Le risposte della Funzione Pubblica Cgil Varese alle domande poste più frequentemente sugli educatori socio-sanitari
FAQ EDUCATORE SOCIO-SANITARIO
 


- CHI E’ L’EDUCATORE PROFESSIONALE SOCIO - SANITARIO?
 
L'educatore professionale è l'operatore sociale e sanitario che, in possesso del diploma di laurea abilitante, attua specifici progetti educativi e riabilitativi,  nell'ambito di un progetto terapeutico elaborato da un'equipe multidisciplinare, volti a uno sviluppo equilibrato della personalità con obiettivi educativo/relazionali in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana; cura il positivo inserimento o reinserimento psico-sociale dei soggetti in difficoltà.
 
La qualifica di educatore professionale socio-sanitario e' attribuita a seguito del rilascio del diploma di  laurea  abilitante  di  un  corso  di  laurea  della  classe  L/SNT2  Professioni  sanitarie  della riabilitazione (Decreto Ministeriale 520/98).

- SE NON POSSEGGO IL DIPLOMA DI LAUREA L/SNT2 COSA DEVO FARE?
  
Per prima cosa, controlla se il tuo titolo è equipollente a quello L/SNT2.

Se il tuo titolo è equipollente:
a) ha la stessa valenza accademica della laurea
b) abilita alla professione di educatore professionale

Lista dei titoli equipollenti:
Educatore professionale - corsi regionali triennali di formazione specifica, purché siano iniziati in data antecedente a quella di attuazione del decreto del Ministro della sanità del 10 febbraio 1984; - corsi regionali di formazione specifica ex decreto del Ministro della sanità 10 febbraio 1984; - corsi triennali di formazione specifica, legge n. 845/1978; - corsi di formazione specifica, legge 30 marzo 1971, n. 118.
Educatore di comunità - decreto del Ministro della sanità 30 novembre 1990, n. 444.
Educatore professionale - decreto del Presidente della Repubblica n. 162 del 10 marzo 1982; - legge 11 novembre 1990, n. 341.
Educatore di comunità - decreto del Presidente della Repubblica n. 162 del 10 marzo 1982; - legge 11 novembre 1990, n. 341.
Educatore professionale animatore - corsi regionali triennali di formazione specifica autorizzati con delibere di giunta regionale della Regione Veneto.
Operatore sociale - Educatore specializzato educatore professionale in servizio - Educatore professionale psicomotricista - corsi regionali triennali di formazione specifica autorizzati con delibere di giunta regionale della Regione Lombardia.
Educatore professionale - corsi regionali triennali di formazione specifica di qualificazione e di riqualificazione autorizzati con delibere di giunta regionale della Regione Piemonte.
Educatore professionale - corsi regionali triennali di formazione specifica autorizzati con delibere di giunta regionale della Regione autonoma della Valle d’Aosta (DM  196/16).
Fermo restando quanto previsto dalla legge 26 febbraio 1999, n. 42, e dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205, i diplomi e gli attestati, indicati nella tabella allegata al decreto del Ministro della salute 22 giugno 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 196 del 22 giugno 2016, ottenuti a seguito di corsi regionali o di formazione specifica ed iniziati tra il 1997 e il 2000, o comunque conseguiti entro il 2005, sono equipollenti al diploma universitario, rilasciato a seguito di completamento del corso di laurea nella classe L/SNT2, di educatore professionale socio-sanitario ai fini dell'esercizio professionale, dell'accesso alla formazione post-base e dell'iscrizione all'albo della professione sanitaria di educatore professionale, istituito ai sensi della legge 11 gennaio 2018, n. 3 (Legge 145/18 art. 1, Comma 539).

- COSA  SUCCEDE  SE  IL  MIO  TITOLO  NON  FIGURA  IN  QUESTA LISTA?
 
Secondo le normative vigenti, se hai lavorato 12 mesi (anche non continuativi) prima dell’entrata in vigore della legge (01/01/2018), puoi continuare a svolgere la tua mansione (Legge 205/17 art.1, Comma 599), limitatamente al tuo attuale posto di lavoro.
 
 
- SE  HO  IL  TITOLO,  DEVO  ISCRIVERMI  ALL’ALBO  PER  POTER CONTINUARE A LAVORARE?
  
Sì.  Per  continuare  a  lavorare  esercitando  la  professione  di  Educatore  Professionale  Socio- Sanitario è richiesta, dal 01/07/2018 l’iscrizione all’albo. 
 
- QUALI OBBLIGHI COMPORTA L’ISCRIZIONE ALL’ALBO?
  
L’iscrizione all’albo prevede essenzialmente l’ottemperanza a due obblighi di legge:
 
1.  L’adesione ad una polizza assicurativa per Rischio Civile per Colpa Grave, come previsto dalla Legge 24/2017 (legge Gelli -  art. 10, Comma 2-3)

2. L’obbligo di partecipazione a corsi di aggiornamento volti al conseguimento di crediti formativi,  secondo  quanto  previsto  dal  programma  ECM,  Educazione  Continua  in Medicina (D. Lgs. 229/99 art. 16-quater, Comma 1).
 
- COME POSSO SOTTOSCRIVERE UNA POLIZZA ASSICURATIVA ADEGUATA?
 
Ci sono svariati modi per sottoscrivere una polizza assicurativa adeguata. Le lavoratrici ed i lavoratori con obbligo di assicurazione iscritti alla Funzione Pubblica CGIL Varese, vengono assicurati gratuitamente (la quota assicurativa è INTERAMENTE compresa nella trattenuta sindacale).
 
 - QUALI SONO LE REGOLE DEL SISTEMA ECM?
 
L’obbligo formativo per il triennio 2017/2019 è pari a 150 crediti formativi. Di questi, almeno il 40% dovrà essere acquisito attraverso la frequenza di corsi ECM. Per tutte le regole si rinvia alla delibera ufficiale:
 
http://lnx.ecmitalia.it/wp-content/uploads/2017/01/Delibera_crediti_triennio_2017-2019.pdf

 


 

tiziana.altea | 04 marzo 2019, 18:01
< Torna indietro