Cerca

#PuntoContratti / Aggiornamenti dal tavolo della sanità privata

Il 13 e 14 novembre il prossimo confronto con le controparti
31 ott. - Relazioni sindacali, nuove assegnazioni, orari di lavoro, lavoro flessibile, ferie e riposi solidali: sono le questioni su cui si è concentrato il confronto del 24 e 25 ottobre per il rinnovo del contratto sanità privata, atteso da 10 anni da migliaia di lavoratori. Per il capitolo relazioni sindacali, la Fp Cgil nazionale segnala una novità significativa: nell’assegnazione degli appalti si dovrà tenere conto dei contratti sottoscritti dalle sigle sindacali maggiormente rappresentative, in base all’accordo sui modelli contrattuali già siglato con Confindustria. Al confronto regionale verranno affidate nuove materie, tra cui: formazione permanente, promozione delle pari opportunità, verifica dell’applicazione delle normative regionali, contrasto al fenomeno del burn out e misure di prevenzione dello stress lavoro correlato. A livello aziendale, la richiesta dei sindacati è stata quella di mantenere le materie oggi previste.
Capitolo 2, assegnazioni a mansioni inferiori. Scrivono Antonio Marchini e Michele Vannini della Fp Cgil nazionale: “Il Jobs Act ha modificato, in peggio, l’articolo 2013 del c.c. prevedendo due fattispecie di demansionamento: la prima a seguito di ristrutturazioni, modifiche degli assetti organizzativi che possono avere ricadute sull’occupazione, la seconda la possibilità, attraverso accordi individuali, di assegnare i lavoratori a mansioni inferiori, tematiche sulle quali la Confederazione si è più volte espressa nel recente passato. Abbiamo ribadito la necessità di individuare gli strumenti contrattuali più consoni per contenere gli effetti che le due misure potrebbero produrre, avendo a mente quanto rivendichiamo nella Carta Universale dei Diritti”. Le turnazioni dovranno tener conto, per quanto possibile, delle condizioni personali e familiari dei lavoratori. La contrattazione aziendale potrà definire il regolamento della banca ore. Demandato al livello decentrato anche un nuovo articolo del contratto, l’orario di lavoro flessibile. Anche ferie e riposi solidali sono una novità: la fruizione è consentita per i figli minori e i parenti entro il secondo grado. Molti punti sono ancora da chiarire e restano tutti da definire gli incrementi economici. Il tavolo è aggiornato al 13 e 14 novembre. (aa)
angela.amarante | 31 ottobre 2018, 09:27
< Torna indietro