Cerca

Agenda sanità 2018

Presentata ieri a Milano la piattaforma unitaria con le proposte dei sindacati per migliorare il sistema sanitario lombardo. Creston (Fp Cgil Lombardia): subito un piano di assunzioni straordinario
30 ott. - Cgil Cisl Uil Lombardia, insieme ai sindacati dei pensionati e alle categorie del pubblico impiego, hanno elaborato una piattaforma che racchiude le proposte sul servizio sociosanitario regionale. Il documento è stato presentato ieri durante un attivo unitario a Milano e punta a migliorare l’offerta ai cittadini valorizzando le professioni sanitarie e sociosanitarie. Per Gilberto Creston, segretario Fp Cgil Lombardia, uno dei problemi principali da affrontare riguarda gli organici, sia del comparto che dell’area medica. “Ad oggi sono insufficienti rispetto alle esigenze del sistema sanitario lombardo”, ribadisce Creston. “E’ necessario un piano di assunzioni straordinario che investa sia i servizi ospedalieri che i servizi ambulatoriali territoriali. Questi ultimi, dopo l’avvio della riforma socio-sanitaria, stanno subendo le conseguenze più pesanti”. L’ultimo caso di cui abbiamo parlato sul nostro giornale è quello dell’Ats Città Metropolitana di Milano: Cgil e Fp Cgil Ticino-Olona denunciano la scomparsa dei servizi dall’ovest milanese. I sindacati regionali chiedono anche la stabilizzazione di tutti i precari (oltre 4mila i tempi determinati nelle strutture sanitarie lombarde, senza contare i contratti atipici), il potenziamento dell’offerta formativa specialistica e la formazione continua, incentivi economici, sblocco del turnover, individuazione di coperture assicurative. (aa)
angela.amarante | 30 ottobre 2018, 09:00
< Torna indietro