Cerca

Punto Contratti / Al tavolo della sanità privata

Fp Cgil: vogliamo ‘imprimere un’accelerazione al rinnovo del Ccnl’

14 sett. – Mercato del lavoro, telelavoro, assegnazione e trasferimento del lavoratore, riposo settimanale, festività, ferie sono gli articoli contrattuali (dal 21 al 30 del testo vigente) di cui si è discusso due giorni fa al tavolo per il rinnovo del ccnl della sanità privata Aiop e Aris. Di strada ancora ce n’è da fare per trovare la quadra finale anche se, come rende noto la Funzione pubblica Cgil, alcuni articoli “possiamo ritenerli definiti”. Ad esempio, proprio a questo tavolo è stato concordato per le ferie che il periodo estivo va dal 1° giugno al 30 settembre ma se si hanno figli che vanno alla scuola dell’obbligo il periodo è, per chi ne fa richiesta, dal 15 giugno al 15 settembre. Ed è stato anche previsto, per chi dovesse essere richiamato al lavoro mentre è in ferie, il rimborso integrale delle spese.
“Allo scopo di imprimere un’accelerazione al confronto per il rinnovo del ccnl, abbiamo fatto presente che è aperta un’interlocuzione con la Conferenza delle Regioni, accompagnata, come del resto sanno bene, da prime azioni di mobilitazione” riferiscono Antonio Marchini e Michele Vannini della Fp. Insieme alla decisione condivisa di istituire una commissione a 5 per affrontare un nodo di peso come è il campo di applicazione del contratto (art. 1), dove la proposta delle controparti è “di cancellare i Centri di riabilitazione e le Rsa a carattere prevalentemente sanitario”. Per il segretario lombardo Gilberto Creston “Qualche passo avanti è stato fatto, resta però ancora molto da fare per un contratto fermo da 10 anni, in particolare per quanto riguarda gli incrementi economici che non possono discostarsi da quelli già realizzati in sanità pubblica”. Cioè fino a 95 euro medi mensili.

tiziana.altea | 14 settembre 2018, 09:41
< Torna indietro