Cerca

#TempoScaduto / A Lecco presidio della sanità privata il 21 gennaio

Concil (Fp Cgil): “Non si può stare 12 anni senza contratto”
11 gen. – “Lavoratrici e lavoratori vogliono questo rinnovo. Non si può stare 12 anni senza contratto”. Così Flavio Concil della Fp Cgil Lecco sul contratto della sanità privata che ancora non è stato siglato. I sindacati sono sul piede di guerra. Nel territorio lecchese sono circa 1000 i dipendenti che aspettano un rinnovo che garantisca l’adeguamento al costo della vita. “Parliamo di altissime professionalità – dice Concil -. Ricercatori, ingegneri, medici, infermieri. Legittimati a cambiare posto di lavoro qualora abbiano condizioni contrattuali migliori. Ma non possono essere messi in fuga. Ne va del servizio sanitario ai cittadini”. In una nota unitaria le organizzazioni sindacali lecchesi scrivono: “Chiediamo con forza che tutte le parti datoriali e la Regione Lombardia si impegnino fin d’ora a sbloccare il tavolo di trattativa e ad assicurare le risorse che servono per garantire quella dignità da lavoro che tutte le donne e uomini della Sanità Privata rivendicano”. A livello regionale è stato indetto un presidio unitario il 30 gennaio davanti alla Regione. A Lecco la mobilitazione parte con un presidio la mattina del 21 gennaio davanti alla clinica Mangioni. “Rinnovare il contratto è un dovere. Chiudiamolo, poi cominciamo subito la discussione sul prossimo rinnovo”, conclude Concil. (aa)
angela.amarante | 11 gennaio 2019, 12:51
< Torna indietro