Cerca

Giunta lombarda: firmato il decentrato

Pirovano (Fp Cgil): ‘abbiamo messo la parola fine a un’insopportabile disparità tra dipendenti’

20 dic. – Oggi, 20 dicembre, è stato definitivamente siglato l’accordo decentrato che recepisce il nuovo contratto nazionale delle funzioni locali per i circa 2800 lavoratori e lavoratrici della Giunta lombarda. L’intesa, come spiega Lucilla Pirovano, Rsu Fp Cgil, raggiunge due traguardi importanti. “Finalmente grazie al Ccnl e alle norme nazionali, con il Dpcm recepito dalla Giunta Regionale, si interrompe l’insopportabile disparità tra i dipendenti regionali di vecchia data e i nuovi colleghi transitati dalle province, che quest’anno percepiranno le medesime retribuzioni accessorie” afferma la delegata. Un secondo punto di rilievo riguarda le progressioni orizzontali. “Prosegue il piano per non discriminare alcuna categoria di lavoratori, con le 375 persone che si vedono riconoscere le peo nel 2018. Ci stiamo così avvicinando alla meta, quella di raggiungere tutti gli aventi diritto”. Va sottolineato che i circa 500 dipendenti provinciali transitati nell’ente non erano stati calcolati nel numero iniziale dei papabili ma che, nonostante ciò, “abbiamo superato i due terzi degli aventi diritto”. Pirovano tiene a precisare inoltre che “ormai per noi Regione non è più distinguibile tra dipendenti vecchi, nuovi o transitati, è un insieme unico”. Così si va avanti soddisfatti, anche per il voto favorevole accordato in assemblea al decentrato, che riguarda la destinazione del fondo, l’adeguamento dei criteri per le indennità e, appunto, le progressioni.

tiziana.altea | 20 dicembre 2018, 12:00
< Torna indietro