Cerca

Ancora violenza nelle carceri, è prioritario tutelare la sicurezza dei lavoratori

All’IPM Beccaria alcuni detenuti hanno inscenato una protesta e aggredito gli agenti di polizia penitenziaria, uno dei quali è rimasto lievemente ferito. È l’ennesimo episodio di violenza, ...
... gli operatori delle carceri milanesi ormai vivono una quotidiana emergenza sicurezza. Servono risposte rapide ed efficaci. - Comunicato Funzione Pubblica Fp-Cgil Milano

Milano, 31 ottobre 2018 - La sera del 30 ottobre alcuni detenuti dell’istituto penale minorile Beccaria di Milano hanno aggredito alcuni agenti di polizia penitenziaria, uno dei quali è rimasto lievemente ferito. È bastato il pretesto del cibo scadente e della mancanza di acqua calda per scatenare la protesta violenta. Dopo che i pochi agenti in servizio hanno trovato riparo fuori dalla sezione interessata dalla protesta, la violenza è stata rivolta contro le suppellettili del penitenziario che sono state gravemente danneggiate. La situazione è stata riportata alla normalità dopo alcune ore richiamando in istituto tutto il personale libero dal servizio.
 
Ci troviamo a denunciare l’ennesimo episodio di violenza contro gli agenti e gli operatori carcerari. Il ripetersi di questo genere di episodi testimonia le criticità di un sistema carcerario ormai allo stremo. Già all’inizio del mese, dopo la grave rissa al carcere di San Vittore, chiedevamo risposte rapide ed efficaci per quella che ormai è una vera e propria emergenza sicurezza per i lavoratori. Oggi rinnoviamo le nostre richieste, non possiamo aspettare una tragedia irreparabile per intervenire in maniera definitiva sul problema. Ogni giorno i lavoratori delle carceri milanesi rischiano la propria incolumità per fare il loro lavoro, è inaccettabile.





tiziana.altea | 31 ottobre 2018, 18:05
< Torna indietro