Cerca

Delegato Cgil reintegrato, licenziamento illegittimo

4.02.2018 - Comunicato stampa Cgil e Fp Cgil Pavia
Il Tribunale di Pavia, sezione del Lavoro, ha depositato la sentenza con la quale ha annullato il licenziamento comminato dall’Azienda Pizzamiglio Andrea srl nei confronti del delegato sindacale della FP CGIL Pavia, disponendo la sua reintegrazione nel posto di lavoro e condannando Pizzamiglio a risarcirgli il danno nella misura di dodici mensilità.

La condotta contestata, al momento del licenziamento al delegato sindacale, è stata   ritenuta   dal   Tribunale   di   Pavia   insussistente,   con   conseguente applicazione delle tutele di cui all’art. 3 comma 2 del D.Lgs n. 23/2015.

“Salutiamo con grande soddisfazione la sentenza del Tribunale di Pavia che obbliga al reintegro del nostro delegato, autista presso l’azienda Pizzamiglio Andrea srl operante nel settore della raccolta rifiuti” dichiarano Debora Roversi Segretario Generale CGIL Pavia e Fabio Catalano Puma Fp CGIL Pavia.

“La  sentenza  assicura  un  risultato  importante  generato  dal  valore  della reintegra sul posto di lavoro a fronte di un licenziamento illegittimo, sanando una palese ingiustizia a danno di un lavoratore, nonché delegato sindacale.

Il risultato è ancor più significativo poiché ottenuto nel contesto del regime sanzionatorio del Jobs Act che ha evidentemente ridotto la tutela reintegratoria a ipotesi residuali, in questo senso si riafferma il valore dei principi contenuti nell’art. 18 dello statuto dei lavoratori e la necessità che la tutela reintegratoria debba essere estesa a tutti” concludono Roversi e Catalano.


angela.amarante | 04 febbraio 2019, 12:55
< Torna indietro